Centro Studi Movimenti

Bando per proposte di corsi d’insegnamento LUSC 2018-2019

Avviato nel settembre 2015, il progetto della Libera Università del Sapere Critico di Parma ha riscosso un vasto interesse. Gli studenti che hanno frequentato i corsi proposti negli ultimi tre anni si sono confrontati con discipline e tematiche differenti e, soprattutto, hanno dato vita a una piccola comunità di studio.

In vista del quarto anno di attività didattica − che si aprirà nel settembre 2018 e terminerà nel giugno 2019 − il Centro studi movimenti di Parma invita ricercatori, docenti e studiosi ad avanzare proposte per corsi d’insegnamento. Poiché ne verranno attivati non più di otto, le proposte saranno selezionate da una commissione composta da ricercatori e insegnanti del Centro, che le valuteranno tenendo conto dei seguenti elementi:
1) adesione alle linee guida della Lusc e partecipazione all’attività del Centro;
2) curriculum studiorum;
3) elementi costitutivi della proposta di corso (a. metodologia nella didattica; b. aderenza al progetto didattico della Lusc).

Le proposte dovranno essere corredate di:
1) presentazione del corso con indicazione del docente o dei docenti, titolo (ed eventuale sottotitolo), sintesi degli argomenti trattati e degli obiettivi didattici, descrizione delle metodologie didattiche, numero di lezioni (min. 4000, max. 5000 caratteri);
2) bibliografia minima di riferimento;
3) curriculum vitae et studiorum, con elenco di eventuali pubblicazioni di ciascun docente coinvolto nel corso.

La documentazione dovrà pervenire entro il 15 giugno 2018, tramite posta elettronica, all’indirizzo mail [email protected]
Per informazioni scrivere a [email protected]

Centro studi movimenti
Parma, 22 maggio 2018

L'articolo Bando per proposte di corsi d’insegnamento LUSC 2018-2019 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Jacques Lacan e il buco del sapere – Sabato 26 Maggio 2018

Sabato 26 Maggio 2018, ore 18:30

Enolibreria Chourmo – Via Imbriani, 56 Parma

 

Nell’ambito della rassegna “Critica del presente” organizzata dal Centro studi movimenti e dalla Enolibreria Chourmo presentazione del libro Jacques Lacan e il buco del sapere. Psicoanalisi, scienza, ermeneutica.

L’autore Luigi Clemente ne discute con Pietro Bianchi e Alessandro Siciliano.

Nel corso degli anni Sessanta si consuma in Francia un aspro confronto tra Jacques Lacan e Paul Ricœur sul significato della rivoluzione freudiana rispetto alla tradizione filosofica: continuità o discontinuità? Rinnovamento o rottura? Una discussione che non rappresenta un capitolo secondario dell’insegnamento lacaniano. Sebbene oscurata da costanti quanto fuorvianti pseudo-dibattiti sulla (presunta) filosofia di Lacan, si tratta probabilmente dell’unica circostanza che abbia visto lo psicoanalista parigino direttamente impegnato in un faccia a faccia con un filosofo della propria epoca.
Jacques Lacan e il buco del sapere ne chiarisce le ragioni di fondo, ricostruendone la genesi, gli sviluppi e le conseguenze di lungo periodo, fino a cogliervi il nucleo proprio dell’antifilosofia lacaniana: la denuncia della tentazione, condivisa da analisti e filosofi, di trasformare la pratica analitica in pratica ermeneutica. Quelle che emergono sono questioni decisive riguardanti il complesso rapporto tra psicoanalisi e filosofia, la loro stessa tenuta nello scacchiere ideologico contemporaneo, segnato dal trionfo della religione e dalla disastrosa convergenza di terapie brevi e ricerca di saggezza.

L'articolo Jacques Lacan e il buco del sapere – Sabato 26 Maggio 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

68 Digitale – 18 e 31 Maggio 2018

Presentazione del progetto di digitalizzazione dei documenti conservati presso il Centro studi movimenti, a cura della Cooperativa La Bula – Digitarlo

 

Venerdì 18 maggio 2018, ore 21.00 – Piazzale Inzani – Parma

’68 digitale ‒ Alla conquista dei diritti

Letture e immagini dall’archivio del Centro studi movimenti

Racconti di Ilaria La Fata – Letture di Agnese Scotti – Interventi musicali di Francesco Pelosi

 

Giovedì 31 giugno 2018, ore 21.00 – Piazzale Inzani – Parma

’68 digitale ‒ La protesta giovanile

Letture e immagini dall’archivio del Centro studi movimenti

Racconti di William Gambetta – Letture di Beatrice Baruffini – Interventi musicali di Francesco Pelosi

 

Nato da una collaborazione tra Cooperativa sociale La Bula e Centro studi movimenti, il progetto ’68 digitale si sta avviando verso la sua fase conclusiva e sarà presentato alla città con due iniziative pubbliche. Con il sostegno finanziario della Fondazione Cariparma e con il patrocinio del Comune di Parma, sono ora consultabili sul catalogo Opac della rete delle Biblioteche provinciali oltre 7 mila documenti del “lungo Sessantotto”. Sono stati digitalizzati oltre 600 manifesti (dalle locandine del Festival internazionale del teatro universitario alla propaganda di partiti e collettivi di studenti, lavoratori e donne, prodotti tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta) e circa 6.500 fotografie di assemblee, cortei e scioperi provenienti dall’archivio del “Quotidiano dei lavoratori” (un giornale pubblicato tra il 1974 e il 1982 vicino alla contestazione giovanile). Sono queste immagini di vario tipo che testimoniano l’intensa stagione di mobilitazione a Parma e sull’intero territorio nazionale, dal nord al sud Italia, dalle principali metropoli alle città più piccole. In oltre un anno di lavoro, questo patrimonio straordinario è stato schedato dai ricercatori del Centro studi movimenti e digitalizzato poi dai ragazzi di Digitarlo, quindi pubblicato sul Sistema Opac. Un contributo, quello della bottega digitale della bula, che ha anche un significato simbolico: sono proprio quelle persone “liberate”, sulla scia di quella stagione di contestazione, a restituire a tutta la cittadinanza la possibilità di fruire di quei documenti.

 

A cura di Centro studi movimenti, Cooperativa La Bula – Digitarlo e Archivio “Marco Pezzi” di Bologna

Con il sostegno di Fondazione Cariparma e il patrocinio di Comune di Parma

L'articolo 68 Digitale – 18 e 31 Maggio 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Il socialismo venezuelano – Mercoledì 16 Maggio 2018

Mercoledì 16 Maggio 2018, ore 19:30

Chourmo EnoLibreria – Via Imbriani 56, Parma

Il socialismo venezuelano. Come è nato, cosa è stato, quale futuro

Discussione a partire dal libro di Stefano Boni Il Poder Popular nel Venezuela socialista del ventunesimo secolo.

Politici, mediatori, assemblee e cittadini (Editpress, 2017)

Dialogano con l’autore Tifany Bernuzzi (Centro Studi Movimenti) e Diego Melegari (Centro Studi Movimenti)

A cura di Centro studi movimenti e Enolibreria Chourmo

L'articolo Il socialismo venezuelano – Mercoledì 16 Maggio 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Prigionieri del fuori – Presentazione Mercoledì 2 Maggio 2018

Mercoledì 2 Maggio 2018, ore 18

Consorzio Solidarietà Sociale

Via Cavagnari, 3 – Parma

Presentazione del libro Prigionieri del fuori. Ordine neoliberale e migrazioni (BFS-Centro studi movimenti, Pisa 2018)

Insieme ai curatori Marco Adorni e Fabrizio Capoccetti dialogheranno alcuni autori

Su che cosa si regge la narrazione pubblica sull’immigrazione? Da dove nasce l’ottusa e strumentale contrapposizione tra la figura del migrante invasore e quella del migrante vittima o del migrante risorsa? Che cosa fa sì che mentre ci si confronta con il tema dell’immigrazione non si riesca a coglierne lo sfondo, cioè l’azione deterritorializzante e performante del capitalismo neoliberale?

Guarda la scheda del libro

Info: [email protected]

 

L'articolo Prigionieri del fuori – Presentazione Mercoledì 2 Maggio 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Una storia difficile. Guerra e Resistenza nel Medesanese – 29 aprile 2018

Domenica 29 aprile 2018, ore 16:00

Foro civico di Varano Marchesi (Parma)

 

Presentazione del libro di Michela Cerocchi

Una storia difficile. Guerra e Resistenza nel Medesanese, 1943-1945

 

Dialogheranno con l’autrice Aldo Montermini (presidente dell’Anpi provinciale) e Ilaria La Fata (Centro studi movimenti).

A cura di Comune di Medesano, Anpi di Medesano e Centro studi movimenti

Info: [email protected]

L'articolo Una storia difficile. Guerra e Resistenza nel Medesanese – 29 aprile 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

La Resistenza difficile – Sabato 28 aprile 2018

Sabato 28 aprile 2018, ore 17.00

Auditorium Casa Matteo Bagnaresi (via Saragat 33/a)

Presentazione del libro di Santo Peli, La Resistenza difficile (Bfs-Centro studio movimenti, 2018)

Dialogheranno con l’autore Claudio Silingardi (Istituto nazionale “F. Parri”) e Ilaria La Fata (Centro studi movimenti)

Nel comune senso storico, continuano a circolare incrostazioni retoriche che alimentano una memoria unanimistica della resistenza, nonostante la storiografia abbia da tempo iniziato a sottoporre miti e certezze ad un’opera di verifica. Censure, rimozione di momenti ritenuti imbarazzanti o disdicevoli rispetto ad una versione altisonante ed eroicistica, hanno finito per togliere comprensibilità e fascino al periodo di storia nazionale più ricco di protagonismo popolare, di drammi collettivi, di difficili scelte individuali, a volte eticamente e intellettualmente motivate, spesso solo necessitate dalle tumultuose circostanze. Opporsi al revisionismo liquidatorio è possibile solo attraverso una maggior consapevolezza delle contraddizioni e delle lacerazioni vissute dai resistenti, attraverso l’analisi delle difficoltà, soggettive ed oggettive, del resistere, per poterne apprezzare fino in fondo, perché no, anche l’epicità. Ripubblicato a distanza di anni dalla prima edizione, il volume contribuisce a valorizzare i momenti alti, senza però espellere le ambiguità, le debolezze, i coni d’ombra, le fratture interne che segnano il percorso della Resistenza. Il farsi della resistenza è un lungo e travagliato lavorio di distillazione, che mette a dura prova scelte collettive e vocazioni individuali, non sempre rettilinee, non sempre irreversibili. Ma che senso avrebbe continuare a rimuovere la tortuosità, i “costi di formazione”, le mutazioni intervenute nel farsi della resistenza, come se si trattasse di pagine vergognose, o indicibili?

A cura di Centro studi movimenti e Fondazione Matteo Bagnaresi onlus

Info: [email protected]

L'articolo La Resistenza difficile – Sabato 28 aprile 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Sangue sulla neve – Presentazione 21 aprile 2018

Sabato 21 Aprile 2018, ore 17:00

Biblioteca comunale “Daniela Mazza”

Via Volontari del Sangue 6 (Polo scalastico), Lesignano de’ Bagni (Parma)

 

In occasione del 73° anniversario del 25 Aprile, il Comune di Lesignano de’ Bagni organizza la presentazione del libro di Marco Severo

Sangue sulla neve. L’uccisione del partigiano Ernesto Pelagatti. Lesignano de’ Bagni 1944

Guarda la scheda del libro

 

A cura del Comune di Lesignano de’ Bagni e della sezione Anpi di Lesignano de’ Bagni

In collaborazione con il Centro studi movimenti

 

Info: Ufficio cultura, 0521.850213

L'articolo Sangue sulla neve – Presentazione 21 aprile 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Foucault – Presentazione Venerdì 27 Aprile 2018

Venerdì 27 Aprile 2018 – ore 18:30

Chourmo Enolibreria – Via Imbriani 56, Parma

Nell’ambito della rassegna “Critica del presente”, organizzata dal Centro Studi Movimenti e dalla libreria Chourmo, presentazione del libro Foucault (Carocci 2017).

Gli autori Manlio Iofrida e Diego Melegari dialogano con Emanuele Leonardi e Simone Pallai

Il volume presenta un’ampia e sistematica analisi dell’opera di Michel Foucault e tiene conto del gran numero di inediti che dal 1984 a oggi sono stati via via pubblicati: in questo senso, si tratta delle più completa ricostruzione complessiva del pensiero del filosofo francese disponibile, che può valere sia come un’introduzione che come approfondimento scientifico e storico-filosofico delle sue più importanti tematiche.

Manlio Iofrida è docente di Storia della filosofia francese contemporanea all’Università di Bologna. Dirige il gruppo di ricerca di Officine Filosofiche.

Diego Melegari, insegnante di scuola secondaria superiore, è autore di saggi sulla filosofia francese contemporanea, sul marxismo novecentesco e sulle interpretazioni del populismo. È membro del Centro Studi Movimenti di Parma.

L'articolo Foucault – Presentazione Venerdì 27 Aprile 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Piccoli passi resistenti – 21 aprile 2018

Sabato 21 aprile 2018, ore 15.00

Ritrovo Piazza della Pace (monumento al Partigiano), Parma

Visita guidata a cura di Margherita Becchetti e Michela Cerocchi (Centro studi movimenti)

Cosa significa esser stato partigiano o partigiana? Chi erano? Cosa hanno fatto? E a Parma come si muovevano, dove si nascondevano a tedeschi e fascisti? Cosa vuol dire lottare per la libertà? Qual è la libertà che prima non c’era? Come s’è messa insieme questa società in cui viviamo? I bambini e le bambine hanno sempre tante domande. Tenteremo di rispondere loro camminando per le strade del centro, raccontando loro la storia della Resistenza, mostrando loro la città di tanto tempo fa, accompagnandoli alla scoperta di segni che, sempre più, diventano invisibili nel nostro tempo sospeso.

La visita guidata è gratuita; è gradita la prenotazione.

A cura del Centro studi movimenti

Info e prenotazioni: [email protected]

L'articolo Piccoli passi resistenti – 21 aprile 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Viaggio di studio a Berlino – Ottobre 2018

Il Centro studi movimenti, in collaborazione con Istoreco Reggio Emilia – Viaggi della Memoria, organizza un viaggio di studio a Berlino, dal 5 al 10 Ottobre 2018.

Il Novecento ha lasciato in Germania le sue tracce più profonde: qui si trovano le cicatrici del passato e le evidenze dei suoi esiti. E Berlino è il caso più eclatante non solo come punto nevralgico delle pagine decisive della storia europea, ma anche come luogo del divenire storico del pensiero politico e di ogni tensione. A Berlino visiteremo la capitale del Terzo Reich, cercheremo di comprendere come era organizzato lo stato nazista e in che modo esso abbia pianificato, organizzato e realizzato l’uccisione di milioni di persone nel sistema concentrazionario. A Ravansbrück, poi, cercheremo le tracce di molte italiane qui deportate per la loro opposizione all’occupazione tedesca e al collaborazionismo fascista e, in particolare, delle partigiane parmensi, come Lina Polizzi e sua madre Ida Mossini.

Questa proposta è stata ideata dal Centro Studi Movimenti di Parma e da Istoreco (l’Istituto per la storia della Resistenza e della Società Contemporanea in provincia di Reggio Emilia) che cura l’aspetto culturale del viaggio e si appoggia ad una serie di professionisti per il suo svolgimento: gli aspetti logistici sono curati dall’agenzia turistica partner cooperativa CultureLabs e le visite guidate sono svolte da guide professioniste con particolare specializzazione relativa al tema richiesto.

Prima di partire, per chi vorrà, faremo un incontro introduttivo, per prepararci al viaggio e raccontare meglio ciò che vedremo.

Accompagnerà il viaggio una ricercatrice del Centro studi movimenti; in loco incontreremo guide specializzate.

Guarda il programma dettagliato del viaggio

 

Programma

Venerdì 5 ottobre

Partenza per Berlino in pullman GT (ore 19.00)

Cena libera durante il viaggio

Sabato 6 ottobre

Mattina: Arrivo a Berlino e sistemazione in hotel (ore 10.00)

Pranzo libero

Pomeriggio: Visita guidata della città a piedi e in pullman

Visita guidata La topografia del terrore

Cena in ristorante

Domenica 7 ottobre

Mattina: Visita guidata all’ex campo di concentramento Ravensbrück

Pranzo in ristorante

Pomeriggio: Breve visita alla Rosentrasse

Cena libera

Lunedì 8 ottobre

Mattina: Visita guidata alla Casa della conferenza di Wannsee

Pranzo in ristorante

Pomeriggio: Visita guidata allo Stadio Olimpico

Visita guidata al Museo della Resistenza Tedesca

Cena libera

Martedì 9 ottobre

Mattina: Visita guidata “Convivere con il Muro”

Pranzo libero

Pomeriggio: Tempo libero

Partenza per l’Italia (ore 19.00)

Mercoledì 10 ottobre

Mattina: Arrivo a Parma (ore 10.00)

 

Per gli insegnanti: il viaggio di studio potrà essere certificato come Formazione nell’ambito della legge 107/2015 e, se il prossimo anno sarà confermato, potrà essere pagato con i 500 € del bonus docenti. Ricordiamo che ogni insegnante ha diritto annualmente a 5 giorni di permesso per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio.

Accompagnamento: durante tutto il viaggio sarà presente un professionista del Centro Studi Movimenti che si occuperà della contestualizzazione storica e della mediazione linguistica.

Visite guidate: le visite guidate saranno svolte da professionisti con particolare specializzazione sui temi proposti. Le visite in loco si svolgeranno tutte in piccoli gruppi di 20/25 persone.

Incontro introduttivo: la preparazione prima del viaggio non solo è una occasione eccezionale di approfondimento offerta ai partecipanti, ma è anche la base per una visita proficua ai luoghi complessi da decifrare come quelli che si visiteranno.

Quota di partecipazione individuale: 525,00 € a persona in camera doppia (510€ quota viaggio + 15€ iscrizione Csm)

Supplemento singola: 99,00 Euro

Assicurazione annullamento viaggio: 35,00 Euro

Il preventivo è calcolato per un minimo di 40 paganti.

Iscrizioni: Le iscrizioni si ricevono entro il 15 giugno 2018. All’atto dell’iscrizione dovrà essere versato un acconto di € 150,00. Il saldo entro e non oltre l’1 settembre 2018.

Il programma di viaggio può subire variazioni per ragioni tecniche indipendenti dall’organizzazione.

La quota di partecipazione comprende:

– Incontro introduttivo di 2 ore (data da stabilire)

– 1 Accompagnatore per tutta la durata del viaggio

– Bus 54 posti per tutta la durata del viaggio a Berlino

– 3 pernottamenti in hotel*** in camere doppie con prima colazione

– 3 pasti in ristorante

– 8 visite guidate in lingua italiana (1 guida ogni 25 partecipanti)

– Ingressi nei musei e luoghi di memoria sopraindicati

– Materiale didattico

– Noleggio sistema di auricolari individuale per ogni partecipante

– Assicurazione medica, RCT

– Consulenza storica, progettazione e amministrazione

La quota di partecipazione NON comprende:

– Assicurazione annullamento viaggio (35,00 Euro)

– Bevande alcoliche ai pasti

– Mance ed extra personali in genere

– Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

Informazioni: [email protected]; Ilaria La Fata 333.5410221; Margherita Becchetti 328.9769438

Organizzazione tecnica: Agenzia turistica coop. CultureLabs.

Pagamento e recesso: CultureLabs può annullare il contratto di viaggio quando il numero di partecipanti, minimo per l’effettuazione del viaggio stesso, non sia raggiunto. In tal caso l’Agenzia si obbliga a dare notizia al partecipante dell’annullamento del viaggio non oltre i 15 giorni antecedenti la data di partenza prevista dal programma di viaggio.

L’organizzazione tecnica del viaggio è demandata all’agenzia Culture Labs.

Per visionare le condizioni di viaggio, consultare l’apposita sezione sul sito www.viaggidellamemoria.it

L'articolo Viaggio di studio a Berlino – Ottobre 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Tra emancipazione e libertà – Incontro sulla Biblioteca delle donne

Giovedì 5 aprile 2018, ore 18:00

Auditorium Casa Matteo Bagnaresi

via Saragat 33/a – Parma

Dialogo con Letizia Artoni, Margherita Braga, Liliana Rampello ed Eugenia Tagliaferri

Nel 1979 ‒ dopo la separazione dai gruppi extraparlamentari o dai partiti politici in cui avevano militato e con alle spalle anni di autocoscienza su corpo, sessualità e relazioni fra i sessi ‒ un gruppo di femministe decise di aprire uno spazio in cui le donne potessero essere libere di confrontarsi e ascoltarsi, discutere e raccontarsi. Raccontarsi lontano da logiche maschili e patriarcali e in virtù di nuove pratiche (come ad esempio il “partire da sé” o il primato della relazione fra donne) per dare corpo a un pensiero che, dopo millenni di subalternità, irrompeva sulla scena pubblica in ragione della differenza e della libertà femminile.

a cura di Centro studi movimenti

con il patrocinio di Comune di Parma

Info: [email protected]

L'articolo Tra emancipazione e libertà – Incontro sulla Biblioteca delle donne proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

L’intervento psicologico con i migranti – Presentazione del libro

Mercoledì 21 Marzo 2018, ore 21

Enolibreria Chourmo – Via Imbriani 56, Parma

Presentazione del libro L’intervento psicologico con i migranti di Andrea Davolo e Tiziana Mancini (il Mulino, 2017). Con l’autore Andrea Davolo dialoga con Petra Colombo e Luca Renzi.

Oltre ad aspetti di natura politica, sociale e istituzionale, il fenomeno della migrazione presenta importanti dimensioni psicologiche. Non si tratta soltanto di gestire conseguenze psicologiche traumatiche derivanti dalle guerre da cui si fugge e dalle dolorose peripezie attraversate nel migrare. Molte difficoltà sono legate alle culture di provenienza e ai diversi modi di interpretare la realtà. Un utile strumento operativo per affrontare, attraverso un approccio sistemico-dialogico, alcune delle sfide che l’intervento psicologico con i migranti pone ai nostri attuali sistemi di cura.

Nell’ambito della rassegna “Critica del presente” a cura di Centro Studi Movimenti e dalla Enolibreria Chourmo.

Andrea Davolo, psicologo psicoterapeuta sistemico-relazionale, ha svolto attività clinica presso lo Spazio Salute Immigrati dell’Ausl di Parma ed è attualmente terapeuta e supervisore per il Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) della Provincia di Modena, nonché psicologo dell’U.O. di Neuropsichiatria Infantile dell’Ausl di Parma.

Tiziana Mancini insegna Psicologia Sociale applicata ai contesti reali e virtuali nel Corso di laurea magistrale in Psicologia dell’intervento clinico e sociale dell’Università di Parma. Con il Mulino ha pubblicato «Psicologia dell’identità» (2010).

L'articolo L’intervento psicologico con i migranti – Presentazione del libro proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Alla ricerca della felicità – Rassegna 2018

Sabato 17 marzo 2018, ore 17.00

La libertà difficile delle donne

Incontro con Graziella Priulla

Auditorium Fondazione M. Bagnaresi (via Saragat 33/a)

 a cura di CENTRO STUDI MOVIMENTI

 

Mercoledì 21 marzo 2018, ore 17.00

Donne in fuga. Violenza, discriminazioni, protezione

Incontro con Nicoletta Del Franco (antropologa), Barbara Pinelli (Università di Milano Bicocca), Silvia Vesco (CIAC)

Sala riunioni di via Bandini 6

a cura di CIAC onlus

 

Martedì 27 marzo 2018, ore 20.30

Nu Guo – Nel nome della madre

Documentario sulla società matriarcale della minoranza etnica delle Moso

Auditorium Fondazione M. Bagnaresi (via Saragat 33/a)

a cura di TUTTIMONDI e CENTRO STUDI MOVIMENTI

 

Venerdì 13 aprile 2018, ore 18.30

Il terzo tempo

Presentazione del libro di Lidia Ravera  (Bompiani 2017)

Libreria Voltapagina, via Oberdan 4C

a cura di W4W – Women for Women

 

Sabato 21 aprile 2018, ore 17.00

De-psichiatrizzazione e de-patologizzazione delle persone trans e intersex

Chiacchierata transfemminista con Laurella Arietti, attivista trans e transfemminista.

Aula Tsunami (Chiostro di Via D’Azeglio)

a cura di L’Asterisco LGBTQIPA+ e AGEDO Bologna, con la partecipazione di NUDM Verona

 

Martedì 24 aprile 2018, ore 18.00

Nora e le altre. Quando le personagge della scena teatrale scalzano gli stereotipi del femminile

Incontro con Roberta Gandolfi (Università di Parma). A seguire aperitivo con Photo Booth

Circolo Giovane Italia (via Kennedy 7)

a cura di W4W– Women for Women

 

Giovedì 10 maggio 2018, ore 18.00

L’aurora delle trans cattive

Presentazione del libro di Porpora Marcasciano (Alegre 2018).

Dialogo con Yele Canali, attivista trans non binario. A seguire buffet e aperitivo

Circolo Giovane Italia (via Kennedy 7)

a cura di L’Asterisco LGBTQIPA+ e AGEDO Bologna

 

Sabato 19 maggio 2018, ore 18.00

Maledetta Eva. 30 secoli di misoginia religiosa

Presentazione del libro di Eraldo Giulianelli (Tempesta 2016)

Libreria Voltapagina (via Oberdan 4C)

a cura di UAAR circolo di Parma

 

23 maggio 2018, ore 18.00

Essere madri oggi tra biologia e cultura. Etnografie della maternità nell’Italia contemporanea

Presentazione del libro a cura di Martina Giuffrè (Pacini, 2018).

Dialogano Marco Deriu (Università di Parma) e Tifany Bernuzzi (Centro studi movimenti)

Enolibreria Chourmo (via Imbriani 56)

a cura di CENTRO STUDI MOVIMENTI

 

Programma a cura di Agedo, ArtLab, L’Asterisco LGBTQIPA+, Centro studi movimenti, Ciac Onlus, Fondazione M.Bagnaresi, Tuttimondi, Uaar-circolo Parma, W4W, Zona Franca

L'articolo Alla ricerca della felicità – Rassegna 2018 proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

La libertà difficile delle donne – Incontro con Graziella Priulla

Martedì 17 Marzo 2018, ore 17

Auditorium di Casa Matteo Bagnaresi

Via Saragat 33/a – Parma

Ancora oggi meccanismi invisibili condizionano le libertà femminili mentre conquiste che credevamo acquisite vengono rimesse in discussione. Eppure, nel corso del Novecento i femminismi hanno portato sulla scena della storia, della cultura, della politica riflessioni sulla libertà delle donne e sulla loro autonomia nella gestione del proprio corpo. Hanno svelato le discriminazioni, le subordinazioni e le cancellazioni subite dal genere femminile per secoli. La battaglia, tuttavia, non è conclusa e, oggi più che mai, dobbiamo accedere alle zone d’ombra della nostra società e far luce sui nodi irrisolti del rapporto fra i generi, dobbiamo riflettere sul linguaggio e sulle parole che ogni giorno veicolano tra noi significati fondamentali nella costruzione delle soggettività individuali e di situazioni di disparità e di prevaricazione nella vita quotidiana.

Ne parleremo con Graziella Priulla, sociologa e saggista.

Evento inserito nella rassegna “Alla ricerca della felicità”, a cura delle Associazioni in rete per l’autodeterminazione nella società patriarcale

a cura di Agedo, ArtLab, L’Asterisco LGBTQIPA+, Centro studi movimenti, Ciac Onlus, Fondazione M. Bagnaresi, Tuttimondi, Uaar-circolo Parma, W4W, Zona Franca

L'articolo La libertà difficile delle donne – Incontro con Graziella Priulla proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

La società delle prestazioni – Presentazione del libro

Martedì 16 Marzo 2018, ore 18:30

Enolibreria Chourmo – Via Imbriani 56, Parma

 

Presentazione del libro La società della prestazione di Anna Simone e Federico Chicchi (Ediesse, 2017).
Con l’autore Federico Chicchi dialoga con Igor Micciola.

 

In La società della prestazione di Federico Chicchi e di Anna Simone (Ediesse, 2017) il dispositivo della prestazione viene esaminato nelle sue molteplici espressioni, principalmente quelle che interessano la sfera lavorativa e dei diritti. Sin dall’introduzione gli studiosi precisano i motivi per cui hanno scelto di utilizzare il termine “prestazione” al posto di “performance”. Se il primo difatti esprime meglio la natura giuridica del rapporto basato su una “obbligazione” (p. 15), il secondo è un termine ombrello, dunque più vago, polimorfico e multidimensionale. Si tratta dunque di una scelta di campo anti-neutrale che è ovviamente condizionata dal punto di vista degli autori e che a sua volta indirizza la loro ricerca.
Il quadro teorico all’interno del quale si dipana l’analisi è principalmente quello della società del rischio di Ulrich Beck, nel quale s’innestano riferimenti alla Cultura del narcisismo di Christopher Lasch e alla società della stanchezza di Byung-Chul Han. Il tutto per affilare una netta critica nei confronti del discorso psicologico-motivazionale che ha accompagnato il processo di soggettivizzazione del lavoratore edificando nel tempo il dispositivo prestazionale.

 

Nell’ambito della rassegna “Critica del presente” a cura di Centro Studi Movimenti e dalla Enolibreria Chourmo

L'articolo La società delle prestazioni – Presentazione del libro proviene da Centro Studi Movimenti - Parma.

Pagine