copertina

Abbiamo chiesto, anche tramite il nostro gruppo FB, la disponibilità di produrre e proporre dei loro contributi audiovisivi. Sappiamo che alcuni stanno arrivando, altri li stiamo "producendo" noi. Oggi pubblichiamo il contributo di Ennio Abate. Un poeta e diverso (e tanto) altro.  E' un salernitano che dal 1962 vive in un comune della provincia di Milano che è uno dei centri più colpiti dall'epidemia. Per questo lo presentiamo in modo semplice pubblicando una sua mini biografia." Lui ha scelto di leggere una sua poesia pubblicata in Salernitudine .

"Sono nato a Baronissi (Salerno) nel 1941. Vivo a Cologno Monzese (Milano) ed ho insegnato nelle scuole superiori. Ho pubblicato cinque raccolte di poesia: Salernitudine (Ripostes, Salerno 2003), Prof Samizdat (E-book Edizioni Biagio Cepollaro 2006), Donne seni petrosi (Fare Poesia 2010), Immigratorio (CFR 2011), La polìs che non c’è (CFR 2013). Ho anche tradotto dal francese, curato dei manuali scolastici sulla Commedia di Dante; e con Pietro Cataldi ed altri sono coautore di DI FRONTE ALLA STORIA (Palumbo 2009). Miei testi di poesia, disegni, saggi e interventi critici sono apparsi su varie riviste (Allegoria, Hortus Musicus, Inoltre, Il Monte Analogo, La ginestra). Dal 2006 al 2012, all’interno delle iniziative della Casa della Poesia di Milano ho condotto il Laboratorio MOLTINPOESIA e curo  i blog  Immigratorio e Narratorio grafico."