ginoeteresa

COMUNICATO STAMPA

Diffondiamo il comunicato nazionale di UN PONTE PER, a cui come associazione Memoria In Movimento aderiamo, che ricorda Gino Strada.

Ci permettiamo solo di aggiungere che il compagno Gino Strada è un figlio del ‘68, un militante del movimento studentesco e della “nuova sinistra” milanese.

La sua storia, il suo pacifismo, il suo impegno per “gli ultimi” discendono da li.

Ciao Gino ora potrai riabbracciare la tua amata Teresa Sarti. Siamo sicuri che ovunque voi stiate continuerete a fare tutto ciò che avete fate su questa terra.

Terra che con la tua scomparsa è sempre più povera. Ciao carissimo Gino che la terra ti sia lieve.

ASSOCIAZIONE MEMORIA IN MOVIMENTO

Salerno,13 agosto 2021

“Gino se ne è andato, mentre il suo Afghanistan finisce ancora una volta nelle mani dei talebani.

Gino Strada è stato e rimarrà per sempre un punto di riferimento del pacifismo italiano. La sua intransigenza contro la guerra e la logica delle armi, il suo schierarsi sempre dalla parte delle vittime civili dei conflitti è il grande insegnamento che ci lascia. Ha costantemente mostrato al mondo quello che la guerra fa: uccide, ferisce, distrugge. Ha sempre rifiutato la retorica odiosa della "guerra umanitaria" o dell’accettazione passiva di fronte all’umana sofferenza dei popoli lontani.

Abbiamo un solo modo per dimostrare gratitudine a quest'uomo straordinario: moltiplicare il suo esempio con le nostre azioni quotidiane.

Ci stringiamo intorno alla figlia Cecilia e ad EMERGENCY.

Addio Gino, maestro d’umanità.🌹

UN PONTE PER nazionale

In riferimento alla vigente disciplina sulla tutela della privacy, informiamo che l’indirizzo di posta elettronica del destinatario è utilizzato esclusivamente per inviare informazioni di carattere politico‑sociale e senza alcuna finalità commerciale, ed è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o da una e‑mail ricevuta dall’indirizzo del mittente. Informiamo inoltre che il destinatario ha l’insindacabile diritto di modificarlo, aggiornarlo o cancellarlo dai nostri archivi semplicemente scrivendo a info@memoriainmovimento.org  oppure utilizzando il form presente in questa pagina.